La Sicilia è giustamente una delle regioni più rinomate. L’isola più grande del Mediterraneo racchiude in sé un crogiolo di contraddizioni, commistioni, tradizioni che si condensano in un’offerta turistica completa, sia che riguardi le città e l’interno, sia per quanto concerne il mare. Ovviamente la Sicilia essendo un’isola vive e dipende dal mare. Questa condizione di insularità però è mitigata dalla vicinanza con la penisola italiana, che a tratti sembra voler accogliere l’isola, a tratti scalciarla.

Villaggi sul mare, hotel e resort

L’offerta turistica dell’isola è molto variegata, ma senz’altro merita un’attenzione particolare la qualità del mare. Il consiglio è di scegliere accuratamente una località, sapendo comunque di fare quasi sempre centro. Tra le strutture che possono essere indicate, sicuramente ci sono gli hotel e i resort, ma per le vacanze in Sicilia i villaggi sul mare sono sicuramente da preferire, per la comodità e la diffusione nelle principali località balneare. Ecco alcune località che si possono frequentare in estate, prenotando una sistemazione nel villaggio vacanza sul mare.

Alla scoperta di Selinunte e Segesta

Selinunte è celebre per la sua zona archeologica oggi protetta da un parco, in realtà questa antica località in provincia di Trapani, si trova inserita all’interno di un paradiso naturalistico tra più belli del Mediterraneo, non solo per i resti dell’antica città greca. Assieme a Segesta, un tempo città florida della civiltà greca, essa si distingue per i resti dell’acropoli e dei templi. La località di vacanza dove sorgono le infrastrutture ricettive come hotel, resort e villaggi vacanza è Marinella di Selinunte, una frazione di Castelvetrano (TP). La spiaggia è spettacolare così come la scenografia dominata dai resti archeologici di Selinunte. In zona si può visitare la riserva naturale del Belice, che sfocia nelle vicinanze. Il teatro di Segesta risale alla fine del III secolo a.C. e ancora oggi ospita rappresentazioni concertistiche e messe in scena classiche e moderne, davanti a 4000 spettatori. Il tempio di Segesta che domina la scena dal monte Barbaro risale al 460 a.C. – nella zona di Trapani meritano una visita il capoluogo e l’antica città delle saline, Mozia.

Le spiagge di Agrigento e dintorni

Agrigento è senza dubbio una delle località turistiche più note della Sicilia. Basta dire Valle dei Templi e chiunque capisce a cosa ci stiamo riferendo. In questo caso però non vogliamo solo parlare di questo straordinario sito archeologico, tra i più visitati d’Europa, ma parlarvi anche di alcuni elementi sconosciuti ai turisti, come ad esempio le coste. Spesso tra Valle dei Templi e Lampedusa, l’isola posta a sud di Agrigento, sede di alcune tra le più belle spiagge del Mediterraneo, ci si dimentica che la stessa cittadina ha delle spiagge stupende. Il Mare di Agrigento è anzitutto La Scala dei Turchi, nella costa tra Porto Empedocle e Realmonte, si tratta di una parete rocciosa, interamente percorribile in quanto a gradini, che procede fino a una spiaggia bianca come la roccia, affacciata su mare mite e cristallino. Intorno alla zona ci sono resort e villaggi turistici che permettono di godersi appieno questo tratto di costa. Notevole sempre in provincia di Agrigento è l’arenile di Sciaccia, con la spiaggia di Capo San Marco.

Messina e Capo d’Orlando

In provincia di Messina sicuramente la località al top delle scelte dei turisti è Capo d’Orlando, un lungo serpente di spiagge e calette, insenature e piccole baie sulle quali si può sostare per fare il bagno fin da primavera, a causa della temperatura molto mite. La cittadina è molto animata ed è l’ideale punto di partenza per una vacanza che comprende tanto le Isole Eolie, quanto il Parco dei Nebrodi.