Se il tuo computer ha poco spazio e non sai dove conservare i tuoi file, puoi sempre pagare per aumentare lo spazio o comprarti un hard disk esterno. Ma se conosci più programmi dove archiviare il tutto, la cosa migliore da fare è sfruttarli gratuitamente. Tutti i siti e i programmi di storage offrono gratuitamente diversi giga; le versioni premium consentono di aumentare questo spazio, ma se si usano tutti insieme si può evitare di spendere. Vediamo quali sono i più affidabili e più utilizzati.

Eviterò di suggerirvi siti che potrebbero sparire da un momento all’altro perché appartengono ad aziende che non hanno una storia consolidata. Iniziamo pertanto da Google Drive (drive.google.com) accessibile anche dal pannello di controllo del proprio profilo personale. Google Drive offre 5 GB di spazio gratuito e condivisione con le foto di Google +. Grazie a un’estensione per Chrome è possibile salvare direttamente il contenuto via web nella nostra console di Drive con il semplice comando salva con nome. Grazie a questa estensione è possibile fare uno screenshot dello schermo e salvarlo in apposita cartella immagini. Google Drive consente pure di salvare le modifiche su Google Documents, interagendo con una superba APP per smartphone e tablet, che consente di intervenire in tempo reale, lavorando in team.

Su Google Drive si possono spedire i documenti al volo da PC modificando le impostazioni del menu a tendina del comando del tasto destro del mouse (attraverso il comando “invia a”). Inoltre è possibile mandare via GMAIL dei file di grossa dimensione, estendendo la capacità fino a 10 GB, quando viene usato per questa funzione.

Dropbox è un altro famoso programma di condivisione, dotato di applicazione per smartphone e tablet. Grazie a Dropbox è possibile avere a disposizione, gratuitamente, fino a 18GB di spazio. Ma per ottenerli tutti è necessario condividere più cartelle con più utenti. Portare nuovi utenti consente di avere 500MB in più, mentre connettere gli account Twitter e Facebook ne sblocca altri 125 MB.  Dropbox ha un limite per la dimensione del file da caricare: 300 MB sull’uploader via web, mentre dalla cartella locale non presenta alcun limite. È possibile sincronizzare l’album fotografico sia su Windows 8 che sui principali smartphone, consentendo la diffusione rapida via social network. Anche Dropbox avvisa della modifica dei file in uso in team, creando una copia in conflitto nel caso due persone stiano lavorando contemporaneamente allo stesso file (sconsigliato).

Microsoft ha skydrive.live.com che presenta alcuni problemi di sincronizzazione però offre ben 7 GB di spazio libero da poter usare ed è ovviamente disponibile su Windows o con uno degli account di posta della galassia Microsoft. Drive permette la comunicazione in remoto del proprio computer se questo è acceso. Altri programmi e siti di storage sono Amazon Cloud Drive che offre 5 GB di spazio e applicazioni per la condivisione e l’archiviazione. C’è poi il famoso iCloud della Apple dotato di 5GB che permette una sincronizzazione costante tra tutte le periferiche Apple, risultando utilissimo in alcuni casi. Ad esempio è possibile sincronizzare la lista di contatti su iCloud in modo da averla disponibile su un nuovo cellulare. Può funzionare come Dropbox modificando le preferenze.