San Valentino è la festa degli innamorati, il giorno in cui sembra che tutto sia all’insegna dell’amore e del romanticismo. Almeno in teoria dovrebbe essere così, in pratica le cose stanno in modo diverso perché da ricorrenza sentita è diventata una ricorrenza dal sapore prettamente commerciale. Marketing docet, eppure ci sono dei dettagli che permettono di far valere ancora la parola dell’amore. Quali? I viaggi ad esempio. Occasione non soltanto per celebrare la festa degli innamorati, ma anche per trascorrere qualche giorno lontano da tutti con la nostra dolce metà.

Sembra che le destinazioni San Valentino 2019 siano numerose e accessibili a tutti oltre che profondamente in sintonia con l’atmosfera della ricorrenza di origine antichissima. Per soddisfare la tua curiosità clicca qui per capire quali potranno essere i luoghi perfetti per te.

Ogni destinazione potrà essere adatta a ogni coppia per gusti ed esigenze, ed è proprio per questo che ognuno deve sceglierla con attenzione avendo bene in mente quelle che sono le cose che preferisce per poter vivere dei giorni unici insieme al proprio compagno di vita. Insomma, il consiglio è quello di non optare per una meta soltanto perché si desidera allontanarsi dalla vita di tutti i giorni.

Perché si festeggia San Valentino

Anche se si è pian piano trasformata in una festa commerciale, quella degli innamorati è una ricorrenza che ha sapore antichissimo. L’opzione più probabile è che il giorno sia legato alla morte del vescovo romano martire decapitato a 97 anni (nel 273) per aver deciso di celebrare il matrimonio e l’amore tra una donna cristiana e un uomo pagano. La sua decisione andava chiaramente contro quelle che erano le regole ferree della religione del tempo, per questo andò incontro alla decapitazione.

Sembra anche che questa festa abbia origini molto più antiche, risalenti precisamente al V secolo, quando venne istituita per sostituire la festa pagana dei Lupercalia, che erano i giorni in cui si celebrava il risveglio della natura dopo l’inverno, quindi giorni in onore della fertilità della terra e degli uomini.

Per ultimo ma non certo per rilevanza, la storia si fonde con la letteratura in particolare con il poema “Parlamento degli uccelli” di Geoffrey Chaucer, in cui l’autore inglese paragona Cupido a San Valentino. La conseguenza la conosciamo tutti.

Quello che non conosciamo sul 14 febbraio

Tutti sanno più o meno quali sono le origini di questa festa, ma non tutti sanno cosa si nasconde dietro alla scrittura dei bigliettini d’amore che prendono proprio il nome di valentine. Ad averne dato il via è stato Carlo d’Orléans che nel XV secolo era detenuto nella torre di Londra dopo la sconfitta della battaglia di Agincourt. Carlo scriveva alla moglie che sarebbe voluto tornare presto da lei.

È probabilmente da qui che prendono vita la festa dal sapore commerciale e il business che vi si nasconde dietro, anche se la tradizione di scegliere le destinazioni San Valentino 2019 è sempre preferita a biglietti d’amore e ai tanto famigerati cioccolatini.