Se, nei prestiti con cessione del quinto dello stipendio, si vuole ottenere il rimborso premio per la parte di premio di cui il soggetto non ha usufruito è possibile farlo senza alcun problema anche se è giusto sottolineare che ci sono degli aspetti da conoscere che potrebbero influenzare la vostra decisione (un servizio dedicato a questa consulenza è offerto dal sito http://www.sosquinto.com). Il prestito con cessione del quinto prevede che il soggetto beneficiario paghi la rata mensile di un importo corrispondente al massimo ad un quinto del suo stipendio. L’ente erogatore non chiede particolari garanzie, anche se tende a concedere questi prestiti solamente a determinate categorie, ovvero ai pensionati e ai lavoratori dipendenti, in particolare quelli assunti con contratto a tempo indeterminato. L’istituto di credito si cautela facendo sottoscrivere al soggetto una polizza assicurativa sui rischi di perdita del lavoro e di morte del soggetto stesso.

Come conoscere il debito residuo 

Se avete deciso di estinguere in anticipo il prestito che avete ottenuto con la formula della cessione del quinto dello stipendio la prima cosa da fare è sapere a quanto ammonta il debito residuo. E’ necessario, dunque, procurarsi il conteggio estintivo, ovvero un documento all’interno del quale è chiaramente indicata la somma complessiva che il soggetto deve versare alla banca o alla società al fine di estinguere il debito contratto.

Per quanto concerne il conteggio è importante sapere che la banca, oltre alla somma delle varie rate ancora da pagare, detrae gli interessi che non sono stati maturati. E’ il Tasso Annuo Nominale (TAN) a stabilire l’ammontare di questi interessi. Se questo tasso risulta essere molto alto allora più elevato sarà anche lo sconto di interessi.

Per il rimborso anticipato, inoltre, spesso c’è da pagare una penale. Si tratta di una percentuale sul capitale rimborsato che, però, non può superare l’1% perché è proprio la legge a stabilire così. In realtà, nei contratti con cessione del quinto non sempre è presente questa penale. Occhio anche agli interessi giornalieri. Si tratta di interessi che vengono calcolati quotidianamente e che prendono come riferimento il tempo che passa tra il giorno in cui è stata pagata l’ultima rata e il momento in cui si procede alla chiusura del conteggio estintivo. Infine, ci sono le eventuali spese accessorie e le commissioni. Si tratta quasi sempre di cifre modeste ma che, comunque, sono presenti in ogni contratto.

Il rimborso della cessione del quinto dello stipendio

Una volta estinto il finanziamento il soggetto beneficiario del prestito con cessione del quinto può chiedere il rimborso della quota della polizza assicurativa sottoscritta nel momento in cui è stato stipulato il prestito. Solitamente, il rimborso viene ottenuto tramite il pagamento in un’unica soluzione che ammonta all’importo del premio non goduto.