L’acido lisergico è un acido che viene dalla natura: è contenuto negli alcaloidi della segale cornuta, cioè della segale sulla quale è cresciuta un fungo parassita, detto “ergot” in francese, che tende ad attaccare le graminacee e la cui azione venefica e curativa era già nota nel Medioevo. Questi alcaloidi si differenziano da tutti gli altri perché consentono l’estrazione di un acido, appunto lisergico, che oggi è divenuto sinonimo di LSD che in realtà è un suo derivato sintetizzato. L’acido lisergico come tale non ha applicazioni pratiche, ma tantissimi dei suoi derivati vengono impiegati in medicina, come del resto lo sono, da tanto tempo, gli estratti di segale cornuta. Essi presenta infatti una elevata attività fisiologica e in primo luogo hanno la capacità di determinare fortissime contrazioni uterine. Negli anni Sessanta l’acido lisergico ha conosciuto una grande notorietà nella forma del dietilammide-25 dell’acido lisergico, ossia LSD, un potente allucinogeno che è stato al centro di esperimenti di espansione della mentre, propagandati da teorici come il dottor Timothy Leary all’interno della sempre più vasta comunità hippie della California di fine anni ’60.

Il numero di artisti e celebrità che hanno sperimentato viaggi (trip) con l’LSD si contano a centinaia e comprende nomi altisonanti come quelli degli scrittori Aldous Huxley, David Foster w