Chi ha inventato la Coca Cola? La più celebre bevanda del mondo ha una storia molto strana alle spalle e deve la sua invenzione a John Pemberton. Combattente nella guerra civile, questo medico divenne rapidamente dipendente dagli oppioidi e provandone piacere decide di inventare qualcosa che fosse meno pericoloso, una sorta di alternativa per le masse. L’originale prototipo della coca-cola, come suggerisce il nome, utilizzava la cocaina. Pemberton comunque non riuscì a godersi i guadagni della sua invenzione, oggi invece incorporata in una delle aziende alimentare più importanti del mondo (The Coca Cola Company). La ricetta della Coca-Cola si dice sia segreta. Di sicuro sappiamo che contiene molto zucchero e caffeina.

Le lenti a contatto? Chi è il genio che le ha inventate? I primi esemplari, non ci crederete mai, ma sono molto antichi e risalgono al secolo scorso quando un oftalmologo tedesco, Adolf Fick, inventò il primo modello di lenti realizzate con vetro molto spesso, che man mano assottigliò fino a ridurlo a pochi millimetri. Non coprivano la sola pupilla, ma l’intero occhio ed erano ovviamente poco confortevoli. Recentemente a una visita oculistica, il mio oculista mi ha detto che dopo i 45 anni si dovrebbero sempre utilizzare gli occhiali, per una questione di comfort. Oggi si producono lenti quasi invisibili, che si possono utilizzare per diverse ore, con l’opportuna manutenzione igienica.

Gli occhiali da sole, compagni fedeli delle nostre belle stagioni, furono inventati fin da subito per proteggersi dai raggi solari. Oggi sono un prodotto alla moda come sappiamo e per dirla con Battiato servono anche a fornire un sintomatico mistero. Inventati a quanto pare da James Ayscough nel 1752, sono diventati un accessorio immancabile, soprattutto nel nostro paese. Le lenti evitando di esporre direttamente l’occhio alla luce solare, che come si sa non può essere osservata direttamente. In Italia abbiamo i principali designer e produttori, come Luxxotica, il brand numero uno del mondo, che possiede marchi molto prestigiosi come RayBan.

L’igiene dentale – si sa – è molto importante e lo spazzolino, insieme al cloro nelle condotte idriche, è sicuramente una delle scoperte fondamentali. Eppure rispetto agli altri strumenti, è stato inventato solo nel 1938 come una soluzione di nylon. Non che prima non ci si lavasse i denti, ma erano strumenti fatti artigianalmente, in legno di bambù o in osso, con delle setole animale all’estremità. Anche i romani usavano degli strumenti di questo tipo. Nel ventesimo secolo invece fu grazie all’invenzione dei polimeri (le plastiche derivate dagli scarti di raffinazione del petrolio) a consegnarci un prodotto sintetico (compreso lo spazzolino vero e proprio) da utilizzare quotidianamente a casa o in viaggio.