Garth Brooks, Taylor Swift, Shania Twayn, Billy Ray Cyrus, Tim McGraw, Faith Hill sono solo alcuni dei nomi noti del country che domina le classifiche. In particolare la seconda sta diventando la stella assoluta della musica internazionale, forte anche di una management pubblicitario che sa come gestirne l’immagine. È una bella ragazza, ha due gambe che fanno uscire gli occhi dalle orbite, ma soprattutto non è volgare e mantiene un’immagine di sé che oscilla tra la ragazza di campagna e la femme fatale. Una combinazione che piace molto agli americani e non solo.

Taylor-Swift-chatted-Shania-Twain-ACM-AwardsMa perché il country ha tanto successo? Innanzitutto cosa definiamo per country? La definizione può cambiare a seconda del gusto delle persone. Per esempio, la scena southern americana, quella dei Lynyrd Skynyrd per intenderci, ha prodotto musica country rock, come dimostra il celebre inno del sud Sweet Home Alabama. Allo stesso modo la scena south-west californiana ha dato vita a gruppi e cantanti con forti influenze country come gli Eagles e Jackson Browne, anche se il country ha forse un’accezione desertica, western, di frontiera. In genere però per definire uno stile bisogna andare all’essenza, provare a identificare una comune progressione di accordi, degli elementi di base che la caratterizzano.

La canzone country richiama alla mente dei temi cari all’iconografia americana: la vita di provincia, i cavalli, i grandi ranch, le distese e le vallate, i bar e i pub dove bere e mangiare il cibo del posto. Cosa poi racconti la canzone è un altro discorso: spesso i testi sono sentimentali, altre volte cantano la bellezza della natura, raramente sfiorano i temi sociali, e quando lo fanno, come nel caso delle Dixie Chicks, la censura è in agguato.

La musica country è in genere identificato da una struttura semplice strofa-ritornello. Quest’ultimo è davvero corale, a più strumenti, spesso usando quelli tradizionali, come il banjo e la chitarra classica. Le voci di supporto si uniscono al cantante o più spesso ci sono delle armonie vocali. La musica ha una punteggiatura molto varia: il pianoforte sottolinea il ritmo e l’emotività, non ci sono inserti veramente duri e le armonie brillanti diventano quasi scintillanti nelle produzioni moderne.

La struttura è di facile ascolto, incline spesso alla malinconia che viene sottolineata dall’utilizzo di strumenti quali la pedal steel guitar e dal violencello. La progressione degli accordi è semplice, non ci sono molte sperimentazioni e nella musica moderna è la produzione a fare la differenza. Spesso si usano degli arrangiamenti crossover, ovvero che mischiano vari genere, come è il caso di Kid Rock o anche di Taylor Swift. Nella musica country la tendenza folk può essere aumentata dando spazio a violini, banjo, fisarmoniche e cori (vedi ad esempio i Mumford Sons), ricevendo contaminazioni dalla musica celtica, dal gospel e dalla musica folk-blues in senso stretto.