Il calcestruzzo armato è la base delle mirabili costruzioni che oggi si vedono nelle principali città del mondo: grattacieli, torri, palazzi che raggiungono vette inarrivabili, costruiti grazie a un materiale rivoluzionario, che ha cambiato il nostro modo di vivere e di urbanizzare gli spazi.

Il termine cemento armato indica tanto l’insieme quanto il procedimento costruttivo che sei realizza inglobando in un getto di calcestruzzo di cemento elementi in acciaio, opportunamente dimensionati, distribuiti e lavorati. Essi formano la cosiddetta armatura, destinata a sopportare le sollecitazioni di trazione che il semplice conglomerato non sarebbe capace di assorbire, essendo in pratica resistente in modo complessivo e affidabile alla compressione. La tecnica del cemento armato permette quindi la realizzazione di elementi costruttivi funzionali, come travi, pilastri, archi, volte, solai, setti, costituiti da un materiale base e da elementi preformati o pre-assemblati, capaci di sopportare contemporaneamente elevati sforzi sia di compressione che di trazione e quindi resistenti a flessione.

La collaborazione tra il calcestruzzo e l’acciaio è resa possibile dall’aderenza che, per azioni chimi e fisiche, si sviluppa tra i due materiali e dal fatto che i loro coefficienti di dilatazione termica sono praticamente uguali. Quindi gli elementi in cemento armato risultano allo stesso tempo elastici e monolitici.

Grazie al cemento armato le altezze degli edifici più alti del mondo si sono impennate, passando dai tradizionali 420 metri delle Twin Towers agli 828 raggiunti dalla guglia del Burj Khalifa a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti. La maggior parte di questi enormi grattacieli oggi si trovano in Asia. La Shanghai Tower in Cina rappresenta l’apice del successo di una nazione che annovera ben 6 grattacieli tra i primi 15. Il nuovo One World Trade Center a New York, sorto sul terreno dove prima c’erano le Torri Gemelle distrutte dall’attentato dell’11 settembre 2001, ora misura ben 541 metri ed è l’edificio più alto del continente americano. In Europa l’edificio più alto è la Mercury City Tower di Mosca che misura 339 metri. Tra i grattacieli in costruzione la Sky City di Changsha dovrebbe misurare 838 metri, con un tetto che però raggiunge i 727 metri, ben 100 al di sopra dell’ultimo piano del Burj Khalifa. I grattacieli bene o male segnano un punto di sviluppo costruttivo raggiunto da un’economia e testimoniano l’andamento della stessa. Ad esempio, in Africa l’edificio più alto del continente è la Carlton Centre Office Tower di Johannesburg, inaugurata nel lontano 1973. In Italia, recentemente Milano ha visto cambiare la sua skyline con i nuovi grattacieli di Porta nuova. Precedentemente il record apparteneva al Palazzo della Regione Lombardia (ex grattacielo Pirelli), ora con 232 metri il record appartiene alla Torre Unicredit, che ha 31 piani ed è considerato tra i più belli edifici costruiti di recente nel mondo. Gli edifici più alti si trovano a Milano e Torino, al Sud la Torre Telecom Italia di Napoli raggiunge i 129 metri, mentre al centro spicca la Torre Pontina di Latina, con 37 piani e un metro in meno di altezza.