In questo articolo vi presentiamo alcune curiosità sull’energia solare, la più promettente e utilizzata fonte di energia alternativa, che si sta imponendo soprattutto a livello residenziale. Forse non tutti sono a conoscenza del fatto che anche l’energia eolica, cioè quella prodotto dal moto dei venti, dipenda in gran parte dal Sole. I venti, infatti, si formano per l’effetto della combinazione tra il riscaldamento della superficie terrestre, in particolare dei mari, e della rotazione del pianeta, che si deve alla forza di gravità del Sole.

Energia rinnovabile dal Sole

Il Sole dunque è il grande protagonista delle energie alternative. La sua massa può contenere oltre un milione di volte il pianeta Terra e da sola occupa il 99% dell’intera massa del sistema solare. È una stella che appartiene alla famiglia delle medio piccole, definibile come nana gialla, nel pieno della sua attività. Il Sole è una gigantesca fornace nucleare che sprigiona energia sotto forma di luce, calore, vento solare e potenti proiezioni magnetiche sulla sua ribollente superficie. Sulla Terra siamo in grado di sfruttare per la vita sia la luce, sia il calore. Il secondo è decisamente decisivo, dato che tutte le fonti di energia artificiale che abbiamo inventato devono per forza svilupparla per generare un moto. Il Sole invece fornisce calore in abbondanza, a costo zero.

Sistemi fotovoltaici efficienti

Calcolando la distanza e la velocità della luce, questa impiega oltre 8 minuti per arrivare sulla Terra, questo significa che se il Sole si spegnesse adesso, noi ce ne accorgeremmo solo tra otto minuti. Catturare l’energia solare non è semplice: per farlo sfruttiamo un sistema che funziona bene – il sistema fotovoltaico – in grado di convertire la luce in energia elettrica, ma che nel complesso è assolutamente inefficiente, se si pensa che se disponessimo di un sistema efficiente al 100% basterebbe un’ora e mezzo di tempo di illuminazione per soddisfare il fabbisogno annuale dell’intero pianeta. Questo ci dà l’idea della forza dell’energia solare, della sua sfruttabili e del fatto che non riusciamo a ottenere sistemi super-efficienti per risparmiare. La strada però è ancora aperta e la tecnologia sta migliorando anno dopo anno, rendendo l’impianto fotovoltaico domestico sempre più competitivo ed efficiente, soprattutto in relazione alle energie ottenute dai combustibili fossili, che per quanto efficienti (il petrolio ad esempio ha un’efficienza pari al 100%) producono più danni e costano sempre di più.

Il fotovoltaico in Italia

L’energia solare dunque può rappresentare il futuro di paesi come l’Italia, che hanno una forte irradiazione solare. Le regioni che maggiormente godono dell’illuminazione solare sono sicuramente quelle del Sud Italia, con la Sicilia (vedi: http://www.efvingegneria.com/fotovoltaico-sicilia/) e la Sardegna in primo piano, seguite da Puglia, Calabria, Campania, Basilicata fino ad arrivare alle regioni del centro. La posizione dell’Italia consente comunque lo sfruttamento del solare fotovoltaico anche nelle regioni del Nord, anche se qui spesso, durante l’inizio della stagione bella e in autunno, domina la nebbia, ma le estati sono molto illuminate e calde.