La maggior parte delle persone sfrutta le proprie ferie in estate: è normale che sia così, perché si tratta del periodo migliore per dedicarsi a un bel viaggio e per visitare una delle tante capitali del mondo. Chiaramente l’estate, così come ogni stagione dell’anno, ha i suoi pro e i suoi contro. Se da un lato è ideale per viaggiare, rilassarsi e divertirsi, dall’altro è comunque sfiancante per via del grande caldo. Soprattutto chi sceglie di visitare una città durante il periodo estivo potrebbe andare incontro a temperature record. Per resistere al caldo e limitare le possibili conseguenze negative si possono adottare una serie di accorgimenti.

Vestirsi in modo adeguato in base alle temperature

Naturalmente il primo modo per combattere il caldo è vestirsi in modo intelligente: dunque evitando un abbigliamento poco adatto a questa stagione così assolata. Ciò significa che è sempre meglio indossare abiti comodi e freschi, di colore chiaro (per evitare di attirare i raggi del sole) e composti da tessuti traspiranti. Quali capi d’abbigliamento portare con sé? Non dovrebbero mai mancare le t-shirt bianche, da abbinare a pantaloni di cotone o di lino comodi e leggeri. Per quanto riguarda le scarpe, che sono importantissime quando si cammina molto, via libera alle sneakers: modelli sportivi ma di tendenza, come le New Balance da donna, disponibili su siti tipo yoox.com, sanno come coccolare i piedi grazie al loro sistema di ammortizzazione diversificato in base alle esigenze (camminata, corsa, allenamento, etc). In sintesi, la soluzione ideale per camminare in città.

Proteggersi dal sole

In estate non conta il luogo che si frequenta: in città così come in spiaggia, il sole batte sempre in modo violento su di noi. Questo vuol dire che non bisogna mai fare a meno della crema solare, da scegliere con un SPF adeguato al proprio fototipo di pelle. Soprattutto quando si cammina, bisogna stare attenti agli effetti del sole: può bruciare la cute, ma può anche causarci un colpo di calore. Meglio evitare un’esposizione continua ai raggi: quando possibile, conviene camminare all’ombra o prendersi una pausa. Usare occhiali da sole e un cappello di un tessuto leggero possono aiutare a proteggere la parte del nostro corpo più esposta, ovvero il viso, dal sole.

Mai dimenticarsi dell’idratazione

L’acqua è l’elemento principe del nostro corpo: in estate, poi, il rischio di disidratazione è dietro l’angolo. Sarebbe buona regola bere circa 2 litri di acqua al giorno in ogni circostanza: a maggior ragione quando si cammina per ore con il caldo bisogna ricordarsi di fare scorta d’acqua.  Ricorrere ad un termos o a una borraccia è una precauzione fondamentale. La regola è reidratarsi con frequenza per evitare rischi quali i giramenti di testa, la debolezza e i crampi muscolari. Meglio idratarsi ogni quarto d’ora, evitando di bere acqua troppo fredda.

 

Evitare le ore di punta e fare le soste

Non bisogna mai sfidare i propri limiti: quando il corpo comincia a lanciare segnali di stanchezza, bisogna dargli retta. Ecco perché si consiglia di evitare le ore di punta introno all’ora di pranzo e di fare delle soste continue in luoghi chiusi per riposarsi. Attenzione anche alle variazioni termiche dall’interno all’esterno: meglio fare delle pause in luoghi privi di aria condizionata o con un getto blando.

L’estate, quindi, sa farsi apprezzare ma può anche mettere a dura prova la resistenza di molte persone. Camminare sotto al sole può essere una vera e propria sfida: per superarla occorre essere preparati. Grazie a questi consigli visitare una città con il caldo potrà tornare a essere una piacevole esperienza.