Il motivo per cui davvero poche persone accumulano delle ricchezze è dovuto al fatto che esistono le cattive abitudini. È difficile spiegare cosa sia una cattiva abitudine se non in termini evoluzionistici. Formiamo delle abitudini perché sono delle scorciatoie e una scorciatoia – in determinati contesti – può salvarci la vita. Il cervello però ha una certa neuroplasticità, oramai conclamata. Riusciamo a formare delle cattivi abitudini, ma rimpiazzandole, quando serve con delle nuove. Ad esempio: smettere di fumare è difficile perché il cervello ha ovviamente una scorciatoia per il bisogno di nicotina. Ma lo si può abituare a smettere, con il tempo, aspettando che nuovi collegamenti neuronali si formino.

La formula per gestire il patrimonio e diventare ricchi è semplice e funziona:
(piccole decisioni intelligenti) x (tenacia e impegno) x (time impiegato) = Ricchezza.

La procrastinazione – cioè la tendenza a rimandare le cose – è il più grande killer della ricchezza. Non fai soldi e non hai alcun patrimonio da gestire e aumentare se tendi a rimandare le cose e questo per un semplice motivo: il tempo è la risorsa più importante e te ne accorgerai crescendo. Un buon metodo per conservare tempo e amministrarlo bene è organizzarsi. L’organizzazione unita al talento può generare successo. E una cosa che dà combustibile al successo è l’azione. Se sei una di quelle persone che passano il tempo a immaginare di fare una cosa e non farla mai, forse è il momento di voltare pagina. Procrastinare è la peggiore delle cattive abitudini.

Le scelte intelligenti, un po’ alla volta. La vita non è fatta di grandi scelte. Non c’è stato un momento preciso in cui Michael Jordan è diventato il migliore di tutti i tempi nella pallacanestro. Lo è diventato perché era tenace, ossessionato dal miglioramento di sé stesso e perché giocava anziché immaginare di farlo, allenandosi duramente ogni giorno. Questo è anche il motivo per cui è diventato miliardario. Perché oltre al talento, sul quale ha lavorato per diventare il migliore (ad esempio, a inizio carriera non era un buon tiratore dalla distanza, a fine carriera era temibile anche nel tiro da 3), ha impostato la sua carriera sulle buone abitudini: alzarsi presto, tirare migliaia di volte in allenamento, provare nuovi movimenti, correggere errori.

Le abitudini sono il motivo per cui normalissime persone diventano ricche e invece chi vince alla lotteria fallisce nel breve giro di qualche anno.

Puoi leggere tutti i libri che vuoi per amministrare meglio il patrimonio e diventare ricco, ma la maggior parte di questi ti diranno che la caratteristica principale della persona normale che diventa milionaria è quella della perspicacia, dell’impegno, e della tendenza a gestire bene anche quel poco che ha, all’inizio.

Infatti, chi diventa ricco, in genere non è il più intelligente. Non hanno ricevuto un’istruzione particolare all’inizio, semplicemente chi diventa ricco sa come gestire il proprio denaro e a un certo punto ha capito che poteva farlo gestendo meglio il tempo, ponderando le decisioni, stabilendo una lista di priorità.

Il punto è che piccoli cambiamenti attuati nel lungo periodo possono generare una ricchezza immensa. Le buone abitudini servono principalmente a due cose:

  1. Innescare questi piccoli cambiamenti
  2. Dotarsi di una disciplina

Se passi il tuo tempo a ingozzarti di zuccheri per compensare la mancanza di successo, ti stai distruggendo. Non hai disciplina. E non avendo disciplina non hai organizzazione che è fondamentale per stabilire la tua lista di priorità (credimi: a meno che tu non abbia un talento debordante come quello sportivo, sarà veramente complicato fare soldi se passerai il tempo a giocare a Fortnite passati i 30 anni).

gestione patrimoniale

Un’abitudine quotidiana di frugalità ti aiuta a risparmiare ogni giorno e costruire una piccola fortuna sul risparmio.

Un’abitudine basata sulla disciplina e l’organizzazione, dicendo ogni volta NO alle scorciatoie e sì al disegno principale, all’obiettivo finale, genera AZIONE. Mettersi in moto ora e non lunedì prossimo cambia tutto, perché a quando a lunedì avrai generato altre distrazioni che ti allontanano dall’azione. Inizia oggi con una buona abitudine e vedrai che avrai fatto un passo in avanti.

Ecco i 5 passi decisivi:

  • Elimina tutte le spese superflue che comportano distrazioni e procrastinazione. Se vuoi diventare ricco devi guardare meno tv, devi smettere di giocare a videogame. Impiega il tempo per istruirti, migliorarti o allenarti fisicamente.
  • Risparmia riparando le cose anziché comprarle nuove. Un euro vale più di 10 euro, se inizi a risparmiare. Spendi solo per il nuovo quando è strettamente necessario e abbi cura delle cose che possiedi (la casa, la macchina, il telefono, il computer, l’abbigliamento).
  • Compila un foglio excel o comunque un quaderno con tutte le spese fondamentali (alimenti, vestiario, bollette, imposte indirette, famiglia) e con tutti i guadagni e vedi di correggere. Scegli alimenti freschi anziché il cibo confezionato, noterai che costano meno.
  • Nel tuo campo di lavoro diventa particolarmente esperto in un ambito, coltiva la tua preparazione, migliorati affinché tu sia insostituibile o quasi, in modo che la tua esperienza e la tua bravura, ti facciano trovare lavori sempre più pagati bene.
  • Istruisciti e migliorati sempre, conta sul fatto che il cervello e il tuo corpo sono tuoi alleati se li alleni alla disciplina e alle buone abitudini. Non adottare troppe buone abitudini tutte insieme. Datti degli obiettivi di massima e concediti il tempo necessario per assorbire i cambiamenti. Devi introdurre 6 abitudini nuove? Non avere fretta: una ogni due mesi e nel giro di un anno avrai cambiato vita.