Da tempo le Isole Canarie rientrano tra le mete preferite degli Italiani per ricominciare una vita; motivo? Le tasse basse e un tenore di vita che consente di risparmiare meglio. A sceglierle sono soprattutto i pensionati del nord che hanno pensioni differenti dalla minima e possono così godere delle bellezze delle varie isole, senza soffrire i patemi di vivere in un paese come il nostro, sempre più difficile e inospitale.

Le Canarie sono un arcipelago atlantico, situato a largo della costa occidentale dell’Africa, che amministrativamente appartengono alla Spagna. Si tratta quindi di un lembo di Unione Europea in una fascia tropicale, resa particolarmente attraente dal clima e dalle bellezze naturali. Sono formate da due gruppi di isole. A ovest La Palma, Hierro, Tenerife, Gran Canaria e Gomera. A est più vicino alla costa africana Lanzarote e Fuerteventura. I centri principali sono Las Palmas e Santa Cruz de Tenerife.

Il clima delle Canarie è di tipo subtropicale, varia a seconda delle isole, e spesso all’interno delle stesse isole in relazione all’altitudine, dipendente dal fatto che si tratta di isole vulcaniche. Il caldo normale dell’area climatica è mitigato dai venti alisei e da una corrente fredda, che di fatto rende l’estate più che sopportabile con temperature intorno ai 25-28 gradi. Mentre di inverno le minime si attestano sui 15°. Sostanzialmente non si ha bisogno di riscaldamento o di condizionamento, tranne i picchi. Piove principalmente di inverno, ma qualche scroscio sulla tarda estate e inizio autunno può verificarsi tranquillamente.

L’ambiente è di tipo Mediterraneo, a parte le due isole più vicine al Marocco, cioè Lanzarote e Fuerteventura, che sono più secche e aride, bruciate dalla calura e dalle correnti ventose del Sahara. In alcune zone la vegetazione ricorda certi paesaggi della Sicilia o della Sardegna.

Come noto, le Canarie sono principalmente vulcaniche e per questo vi sono costituiti dei parchi nazionali. Il parco nazionale della Caldera del Taburiente a Las Palmas, è situato all’interno di un gigantesco cratere vulcanico in cui crescono pini secolari di enormi dimensioni, spettacolari; c’è poi il parco nazionale del vulcano Teide, che contando la sua altitudine dal fondale si erge per oltre 7000 metri, di poco inferiore all’Etna come altezza. Il Parco è un patrimonio dell’umanità dell’Unesco ed è un’attrazione naturale tra le più visitate in Europa, che ospita sulle sue pendici un noto osservatorio astronomico. Da non perdere anche il parco dell’isola di Gomera, per la sua particolare vegetazione di tipo mediterraneo.

Prima della scoperta del turismo e dell’immigrazione di massa, in questa che viene considerata una zona svantaggiata e di frontiera (i trasporti aerei sono costanti e collegano le principali città spagnole quotidianamente), l’arcipelago viveva di agricoltura più che di pesca, sfruttando il suo clima temperato. Si stima che alle Canarie risiedano non meno di 20.000 italiani divisi tra le principali città.