Prima di mettersi in cerca di un notebook per il gaming, è bene essere consapevoli di un potenziale inconveniente che è correlato alla portatilità di tali device: si tratta dell’autonomia ridotta. Chi ha intenzione di giocare a pieno regime lo può fare al massimo per due o tre ore, al di là del modello che utilizza: insomma, a meno che non si sia colti da un impellente bisogno di mettersi di fronte ai videogame, è preferibile evitare di giocare se non si ha a portata di mano una presa della corrente. Per fare in modo che la longevità della batteria possa essere ottimizzata, vale la pena di customizzare il profilo energetico: il che vuol dire, per esempio, spegnere la GPU se non si sta utilizzando l’alimentazione esterna, ma anche limitare la frequenza della CPU. Come si può notare, si tratta di due accorgimenti semplici ma decisamente utili, capaci di far durare di più la batteria.

ASUS ROG GL703VD

A questo punto, si può iniziare a esplorare l’assortimento di modelli a disposizione al fine di individuare quello più in linea con le proprie preferenze. L’ASUS ROG GL703VD può essere considerato uno dei notebook con il migliore rapporto qualità/prezzo per il gaming.

Leggi anche l’articolo miglior notebook qualità prezzo sul blog di Yeppon.

La completezza dell’ASUS ROG GL703VD  è il suo punto di forza: il design è accattivante, e si abbina a prestazioni altrettanto allettanti, valorizzate da uno schermo con diagonale da 17.3 pollici che, complice la risoluzione Full HD, assicura esperienze di gioco uniche ed emozionanti. Insomma, gameplay in cui ci si può immergere fino in fondo, mentre la tastiera retroilluminata LCD è fondamentale per chi vuol giocare di notte. Le specifiche tecniche mettono in evidenza una CPU Intel Core i7-7700HQ supportata da una Ram da 16 giga, mentre lo storage è ibrido, con 1 tera di hard disk affiancato da 256 giga di SSD. Ciò vuol dire che il caricamento di sistema è estremamente rapido, così come sono ridotti i tempi di installazione dei giochi e delle app.

ASUS ROG GL503VM

ASUS ROG GL503VM è un altro modello che vale la pena di prendere in considerazione, in particolar modo nel caso in cui ci si accontenti di uno schermo lievemente più piccolo rispetto a quello precedente. Gli inserti rossi del telaio nero sono l’elemento distintivo del design di questo prodotto, il cui display con risoluzione Full HD soddisfa tutte le principali esigenze in ambito videoludico. Il merito è anche di una scheda tecnica di alto livello, con un processore Intel Core i7.7700 HQ che viaggia fino a 3.8 GHz in burst, mentre per la grafica ci si affida a una GPU Nvidia GeForce GTX 1060. Lo storage, anche in questo caso, è ibrido, ma l’SSD è solo da 128 giga. Sul piano della connettività, c’è posto per tre porte USB 3.0, un connettore HDMI, un doppio jack per le cuffie e il microfono e un mini connettore display Port, che si aggiungono a un lettore di memory card SD. Manca il lettore di DVD, ma è un’assenza che passa quasi inosservata.

HP Omen 17

Non c’è solo ASUS, ovviamente, nel settore dei notebook per il gaming: un altro modello da segnare in agenda è l’Omen 17 di HP, con 8 giga di memoria GDDR5 e il tipico look di questa serie, caratterizzato da inserti rossi, telaio in alluminio e retroilluminazione per la tastiera, a sua volta in rosso. La tecnologia Nvidia G-Sync mette in luce le prestazioni dello schermo da 17.3 pollici e consente di arrestare il refresh rate a 120 Hz, il che si traduce in un discreto vantaggio sugli avversari per i videogame più competitivi. L’hard disk, come sempre, è da 1 tera, mentre la connettività è assicurata da un connettore Gigabit Ethernet e tre porte USB 3.0.