La città è una vera e propria giungla urbana, fatta da caos, divieti, colpi di clacson, ciclisti che si infilano nel traffico e auto che inchiodano.

Insomma, guidare in città è un incubo soprattutto per i neopatentati: bisogna cercare di fare esperienza alla guida in città per superare la paura ed i pericoli che vi si trovano.

Ma quali sono le regole di sicurezza in città quando si guida? Si tratta di usare il buonsenso e di seguire il codice della strada, ma con maggiore sicurezza rispetto al solito. Infatti per guidare in città ci vuole attenzione, occhio, prudenza. Vediamo le regole di sicurezza in città quando si guida.

  • I limiti di velocità devono essere rispettati. E non si tratta solo di una regola per evitare le multe quando si passa davanti ad un Autovelox: i limiti di velocità in città sono spesso sotto i 50 km/h, anche più bassi se si passa di fronte ad una scuola o simili.
    In città guidare troppo velocemente mette a rischio di trovarsi di fronte improvvisamente un pedone o un ciclista, o di trovarsi a dover inchiodare per un’auto che non ha rispettato lo stop. Meglio procedere più lentamente, sempre rispettosi dei limiti, ed evitare incidenti che possono avere delle gravi conseguenze. Bisogna regolare la velocità anche ben sotto i limiti se necessario per le condizioni del traffico e per la sicurezza.
  • Usare sempre le cinture di sicurezza, anche dietro, ed i seggiolini per i bambini. Una regola di sicurezza che sembra banale ma non lo è. In città capita spesso di dover inchiodare e un tamponamento o una frenata improvvisa anche a 50 km/h possono essere davvero molto pericolose.
  • Bisogna mantenere sempre la massima concentrazione nel traffico. Purtroppo in città, nonostante si debba spesso rallentare o attendere al semaforo, bisogna sempre mantenersi attentissimi. La concentrazione deve essere al massimo per il semplice fatto che sono tanti i pericoli: dal pedone che si getta improvvisamente in strada pensando di riuscire ad attraversare all’auto che svolta d’improvviso senza mettere la freccia, al veicolo di fronte a noi costretto ad inchiodare all’improvviso.
  • Strettamente connesso al tema dell’attenzione è il mantenimento di una minima distanza di sicurezza. Talora può davvero fare la differenza fra un incidente ed una frenata improvvisa. Se si mantiene bassa la velocità e si tiene una distanza di sicurezza adeguata, si ha la possibilità di frenare per tempo.
  • Rispettare i semafori. Non c’è alcuna gara al semaforo, nessun bisogno di accelerare quando siete a 200 metri dal semaforo ed è giallo… l’unico caso in cui è permesso proseguire anche se il semaforo è giallo e se l’incrocio è già impegnato, allora bisogna liberarlo nel minor tempo possibile. In tutti gli altri casi, se vedete da lontano il giallo, rallentate e quindi fermatevi.
  • Attenzione quando siete vicino alle strisce pedonali, quando siete nelle vicinanze di parchi o scuole. Gli attraversamenti improvvisi di pedoni magari al telefono o di bambini non sono così rari; tenete il piede pronto sul freno. I consigli preziosi possono essere letti su rifletti.ch, sito dedicato a una campagna di prevenzione in Svizzera, che mette in guardia il guidatore da tutti i pericoli derivanti dalla guida nell’ambiente urbano.