Il grande giorno sta per arrivare, fervono i preparativi. Si limano gli ultimi dettagli affinché tutto sia perfetto. Ma avete pensato alla musica? Per un ricevimento con i fiocchi, l’intrattenimento musicale riveste un’importanza fondamentale che troppo spesso si trascura, si lascia alla fine e spesso rischia di scontentare novelli sposi ed invitati.

Il matrimonio è una giornata indimenticabile, fatta di momenti che meritano tutti di essere accompagnati con la musica più adatta, più bella e più coinvolgente per tutti.

Già dalla cerimonia è bene pensare alla musica più consona al momento, sia che si svolga in chiesa, sia che si svolga in una location diversa. E allora perché non pensare ad un trio con voce e due strumenti a scelta, oppure ad un Duo di archi e sax? Oltre ai classici da cerimonia, gli artisti chiamati ad accompagnarvi sapranno emozionarvi anche con note che richiamano alla vostra storia d’amore.

La scelta è comunque ampia ed occorre una minuziosa cura dei dettagli anche per il proseguo della giornata.

Infatti dopo la cerimonia si accolgono i novelli sposi e gli invitati, oltre al cocktail di benvenuto è bene che ci siano già dei musicisti che propongono un repertorio lounge e blues che ben si adatta al momento (un ottimo elenco dei tipi di musica da suonare in sottofondo lo troviamo nel sito specializzato: http://www.musica-per-matrimonio.it/). Non deve essere una musica suonata troppo forte, bensì di sottofondo. Si è appena arrivati, è il momento degli auguri e dei saluti di benvenuto. L’ospite deve sentirsi a casa. Il volume troppo alto infastidisce e può creare inutili malumori. La serata ancora è lunga. Ci sarà tempo per cantare e ballare.

Durante la cena o il pranzo solitamente non si sceglie nessun tipo di musica. Gli invitati amano mangiare, bere, fare conversazione, ridere e scherzare. Nel caso è bene optare per un sottofondo preregistrato che suoni musica classica o jazz e che comunque non distragga troppo dal menù.

La musica tornerà protagonista col taglio della torta con note care agli sposi. L’atmosfera deve essere emozionante, quindi è preferibile una voce che si esibisca dal vivo, in grado di coinvolgere amici e parenti.

Il ricevimento si chiude in festa con i festeggiamenti ed i balli di gruppo. Tutti in pista a scatenarsi. Per questo si preferisce una band o un cantante capace di incontrare i gusti musicali di tutti. Non manca la scelta. Il ventaglio di opzioni spazia tra vari generi musicali che abbracciano i classici italiani, i successi degli anni sessanta, settanta e ottanta ed i balli di gruppo.

La scelta della scaletta va concordata con attenzione tenendo ben presente il gusto musicale degli sposi e comunque va fatta anche tenendo conto del clima, per evitare inutili bagni di sudore.

Non bisogna sottovalutare nulla per non correre il rischio di annoiare qualcuno e non riuscire a coinvolgerlo nei festeggiamenti del giorno più bello della vostra vita.