Londra è la città simbolo del Regno Unito. La capitale inglese è la più grande città dell’Europa non contando Istanbul. Un coacervo di etnie, religioni, usanze che si sublimano in un’atmosfera accattivane, fertile, che continua ad affascinare migliaia di italiani ogni anno. Ecco alcune curiosità sulla capitale inglese che potrebbero definitivamente convincervi a visitarla, se non ci avete già pensato.

Il Big Ben non è il nome della famosa torre dell’orologio di Westminster. In realtà il grosso Ben non è nient’altro che la gigantesca campana contenuta all’interno della Torre. Una curiosità sulla Torre, riconoscibile come simbolo di Londra: sta iniziando a pendere, anche se ancora non si nota, a causa dei continui scavi sotterranei.

Londra è la città numero uno in fatto di turisti in Europe. Nell’ultimo anno ha accolto quasi 20 milioni di visitatori da tutto il mondo, battendo anche la rivale Parigi, dall’altra parte della Manica. Per fare un raffronto con altre città: New York accoglie 12,75 milioni di turisti l’anno, Barcellona 8,20, Amsterdam 8, Milano 7,65, Roma 7,12. La città più visitata è Bangkok.

A Londra tutto è caratteristico, in particolare due tipi di veicoli: i taxi neri (cab) e gli autobus a due piani rossi. Gli autisti dei taxi per poter ottenere la licenza devono passare uno specifico esame di cultura generale e particolare della città. Devono conoscere 320 itinerari cittadini ed essere in grado di indicare la gran parte dei siti turistici che ciascun turista potrebbe richiedere di visitare. Insomma, nulla a che vedere con la nostra categoria.

Il palazzo di Westminster è l’edificio più grande dell’intero Regno Unito. Essendo il centro della vita civile, vi ha sede il Parlamento nella sua totalità, il palazzo comprende ben 11 cortili, 100 rampe di scale, oltre 1000 stanze ed è più grande di Buckingham Palace, la residenza della casa reale degli Windsor, dove vive la regina Elisabetta II.

Londra ha quartieri molto moderni, dove le torri della city, disegnate da famosi architetti tra cui Renzo Piano svettano sui tradizionali tetti della città, con i palazzi vittoriani in prima fila. Tuttavia, prima dell’avvento dei grattacieli, la città provò a dotarsi di una torre in ferro, simile alla Tour Eiffel di Parigi, per superarla in altezza. Il progetto iniziò ma non fu mai portato a termine.

L’agglomerato urbano di Londra è tra i più imponenti dell’Europa occidentale, forse il più grande grazie anche alla grande estensione dei parchi cittadini (alcuni leggendari come Hide Park), che occupano quasi la metà dello spazio. La presenza di verde è così capillare che secondo una definizione delle Nazioni Unite Londra potrebbe essere tecnicamente qualificata come bosco. La superficie può contenere 4 volte la città di New York.

Di converso il cuore della città, la city, dove c’è il più importante quartiere finanziario europeo è poco più grande di due chilometri quadrati, con 7000 residenti. Il volume di affari del quartiere è al secondo posto nel mondo, la borsa locale è la più importante dopo quella di Wall Street.

Tra le attrazioni di Londra, tantissime risalenti all’epoca dell’impero britannico e prima (età vittoriana, edoardiana, elisabettiana), ve ne sono alcune celebri come Saint Paul, Westminster, la Torre di Londra, il Tower Bridge. Eppure il monumento più visto è la ruota panoramica del London Eye, costruito in occasione del passaggio al nuovo millennio alla fine degli anni Novanta.

Londra è la sede degli studi Abbey Road ed è quindi in città che si trovano i famosi passaggi pedonali in cui i Beatles vennero fotografati per la copertina dell’album Abbey Road del 1969. Contrariamente a quello che tanti pensano, non si trovano a Liverpool.